sabato 18 ottobre 2008

OTTOBRE, CADONO LE PIERE

Oggi si andava "a foglie" (amico Colobo! Florange! che nostalghìa), con la discepolinappenacresciuta, quand'ecco - nel giardino del mio condominio - uno splendido albero con un ramo traverso che sembra dire:
"Salta e aggrappati, Piera!".
Cosa potevo fare?
Ho ubbidito
.

E il ricordo successivo è di me stessa che cammino, a trecento metri da casa, a fianco della discepolina che mi chiede come stia...
E un gran mal di testa.
E del fatto del ramo traverso e di volerlo pigliare al volo, me ne sono ricordata dopo un'ora e un quarto.
Autunno, cadono le p(i)ere.

3 commenti:

il criceto dall'aldilà ha detto...

Secondo tentativo di suicidio per eiezione! mah... sicura che tutte queste botte al cervello curino la dermatite?

PIER ha detto...

Caro Cricetodallaldilà,
c'è chi, nella nostra famiglia, ha problemi di eiezione e chi di deiezione......
:-P

Anonimo ha detto...

ah... pensavo di peggio! fiuuuuuuu